Irri Verde
Davani Impianti Elettrici
Olisticenter Centro Estetico
Cartovendita
Aleotti Illuminazione
SOLDATI - Manichini, Arredamenti,...
 
14/05/12
PROCEDONO I LAVORI DELLA NUOVA MACCHINA AMMINISTRATIVA - GLI ASSETTI POLITICI SI MODIFICANO - IL PER

Dai quotidiani di questo weekend già solo scrutando alcuni titoli ben si identifica il fatto che il Sindaco Spinelli non ceda alle prime schermaglie della minoranza rivendicando “L’AUTONOMIA” sua e dei suoi collaboratori e si continua a lavorare per il museo “SIC” chiedendone l’apertura nel territorio Corianese. Tra l’altro se non ci fosse da parte dell’amministrazione la possibilità di creare una sede in pianta stabile in Coriano Capoluogo, alcune aree di Cerasolo Ausa si sono proposte a noi quale Associazione “Amici di Cerasolo” per ospitare in maniera temporanea un’esposizione itinerante sulla Superstrada del Commercio (Superstrada Rimini – San Marino). Chiaramente solo la famiglia Simoncelli dovrà decidere al riguardo ma noi, quale direttivo, ci siamo permessi di informare tutti voi, l’amministrazione e gli organi di stampa.

IL POST ELEZIONI MODIFICA GLI ASSETTI POLITICI

Non si può certo dimenticare anche l’abbandono della figura carismatica di Stacchini dalla Lega alla luce degli eventi pre e post elezioni, tema trattato su alcuni articoli dei quotidiani locali già pubblicati nella rassegna stampa del portale http://www.cerasoloausa.net/ (e che trovate in allegato come al solito).

IMPORTANTE - IL PERICOLO RESTA

Personalmente vorrei far notare quanto già si scriveva su alcune riviste locali ad inizio del 2008 e su “Il Ponte” del 28 ottobre sempre del 2008 dove già si rendeva nota la formazione dell’allora Comitato dei Commercianti ed Artigiani di Cerasolo Ausa nato con l’idea di non prendere sotto gamba la situazione congiunturale che già in quel momento si definiva, dettato dall’affermazione commerciale del Centro “Le Befane” di Rimini senza dimenticare l’altro polo dei “I Malatesta” e, nei successivi anni fino ad oggi, l’Ikea ed il Centro Commerciale a Riccione. Di fatto già da allora la risposta alla crisi già in atto cercava di essere un Comitato di Artigiani e Commercianti per rilanciare la zona ed avere un rapporto di dialogo con l’allora amministrazione che purtroppo, come tutti ormai sanno, è diventata da oltre un anno commissariata e solo da pochi giorni torna ad essere diretta da un Sindaco con un gruppo di lavoro regolarmente eletto (gruppo ci auguriamo più vicino ai cittadini ed ai loro problemi visto e considerato che è frutto di una lista civica).

Purtroppo il pericolo di avere sempre meno affluenza nella nostra Superstrada del Commercio viene anche da segnali visibili in alcuni articoli che abbiamo altresì allegato. Il fatto che ancora dal 1991 non si siano delineati i lavori del recupero della ex colonia Murri in Bellariva di Rimini non fa altro che posticipare un’”ERRATA” valutazione architettonica, strutturale, ambientale e forse strategica. Di fatto nel 1991 non vi erano ne “Le Befane”, i “Malatesta” l’”Ikea” e il Centro Commerciale di Riccione e quindi l’idea che pare sia ancora in essere di creare un vero e proprio centro commerciale rivierasco con negozi, bar, ristoranti e spazi per l’intrattenimento poteva essere interessante 20 anni fa ma oggi forse non ha più senso.

Io personalmente ritengo che, indipendentemente dalle problematiche legali che la società costruttrice dovrà affrontare alla luce di tali ritardi, che il Comune di Rimini dovrebbe richiedere la maggioranza della cubatura dell’immobile da utilizzare quale centro studi pensato per le professioni della nostra tradizione alberghiera, di ristoro, gelateria e pasticceria e non solo. Dovrebbe essere praticamente una fiera permanente delle eccellenze di studio locali con annessi anche i relativi centri di vendita di prodotti inerenti alle attività svolte (vestiti da lavoro, materiale per il confezionamento etc.). Non dovrebbero mancare delle biblioteche specifiche e delle aree di aggregazione per sviluppare anche l’incontro tra studenti e l’incontro tra docenti più veri e propri seminari con professionisti, docenti e studenti delle attività in oggetto.

Non ultimo un vero e proprio gemellaggio con l’organizzazione del nostro nuovo Palacongressi così vicino ad alcune categorie ma non ad altre come le sovra citate che potrebbero avere uno sviluppo per la programmazione di quegli incontri più importanti che renderebbero il polo Murri non solo provinciale, ne regionale ma forse nazionale se non addirittura internazionale. Di fatto si tratterebbe di fare in modo che l’area con tale struttura viva un turismo nel periodo scolastico di tipo scolastico e professionale trasformandosi poi nei periodi estivi in una kermesse di eventi collegati alle facoltà presenti nella struttura fino ad arrivare anche a ospitare in un’area dedicata all’interno della struttura stessa, delegazioni di scuole o progetti simili presenti nel mondo.

I bari e i punti di ristoro dovrebbero essere interni alla struttura  per organizzare le attività didattiche e nello stesso tempo le necessità dei break di coloro che sono nella struttura stessa; altri locali sarebbero eventuali vetrine dell’eccellenza locale con l’inserimento di personale che potrebbe fare i primi passi nella professione scelta.

Forse è solo un sogno però dopo anni che ci penso mi sono permesso di renderlo noto con l’augurio che qualche organo di stampa lo ritenga interessante e divulgandolo metta a conoscenza coloro che potrebbero tramutare in realtà questa idea. Alla luce dei particolari momenti di “crisi” forse investire su attività collegate alla professionalità e soprattutto alla cultura dei giovani può essere un traino di ricchezza per tutto il territorio e non solo.

Il coordinatore Gianfranco Soldati



_________________________
Stampa la pagina

cerasolo ausa - Banca carim

 


Home - Chi siamo - Negozi & Aziende - News Rassegna stampa - Blog-Comunicati - Contattaci - Come arrivare - Lato Monte - Zona 3C - Lato Mare

Valentina Brighi, Via Ausa, 88 - 47853 Cerasolo di Coriano (Rn)
E-mail: segreteria@cerasoloausa.net